Slide background

Acari Torna a Target Insetto

Phylum: Artropodi
Subphylum: Chelicerati
Classe: Aracnidi
Sottoclasse: Acari

Si tratta di artropodi morfologicamente molto eterogenei tra di loro, infatti vi sono acari con dimensioni che spaziano dal micron al centimetro. Questa eterogeneità potrebbe essere dovuta al fatto che si ipotizza che gli acari siano stati i primi animali a popolare la terraferma. Generalmente possiedono inizialmente 3 paia di zampe e solo in seguito a metamorfosi ne acquisiscono un altro paio; inoltre non è marcata una segmentazione del corpo come negli insetti, tuttavia hanno evoluto apparati boccali personalizzati a seconda del tipo di vita. Si distinguono diversi ordini comprendenti specie di interesse agrario, altre ematofaghe, altre ancora sono fitoseidi e infine vi sono specie adattate alle derrate (Acarus siro).
Tra i danni diretti degli acari, evidenti soprattutto sulle derrate, vi è l’aumento dell’umidità e della temperatura della massa che spesso provoca la proliferazione di muffe favorenti la putrefazione, e inoltre si verifica la contaminazione della massa stessa da feci e spoglie degli acari che spesso si traducono in sintomatologie allergiche per gli operatori che la manipolano.
Uno degli agenti di maggior danno negli allevamenti avicoli è Dermanyssus gallinae meglio conosciuto come Acaro Rosso del pollo. È una specie ematofaga che si nutre a spese dell’animale per portare a termine il proprio ciclo di sviluppo, causando condizioni di stress che si traducono in perdite sia quantitative che qualitative nella produzione delle uova.

Prodotti consigliati: