BLOG NEWPHARM®

Newpharm fa chiarezza Focus “normative sullo stoccaggio dei cereali”

Mentre gli scenari legislativi in tema di stoccaggio dei cereali sono in continua evoluzione, la filiera cerealicola chiede a gran voce risposte concrete in tema di sicurezza alimentare. Newpharm, azienda italiana leader nella fornitura di prodotti e soluzioni per il settore professionale del Pest control, mette a disposizione tutta la conoscenza acquisita in decenni di esperienza per rispondere con professionalità e competenza ai quesiti del comparto cerealicolo e proporre soluzioni concrete nonché rispettose delle norme vigenti.

Erika Saccoccia, responsabile dell’ufficio Regolatorio e normativo di Newpharm Group, focalizza l’attenzione sulla necessità di conformarsi a quanto stabilisce la normativa di settore in caso di trattamenti antiparassitari sia su ambienti che sulle derrate immagazzinate. 

Strategie d’intervento e lotta ai parassiti delle derrate

La lotta contro gli insetti delle derrate può essere effettuata con prodotti e tecniche differenti.

I prodotti fitosanitari presenti oggi sul mercato possono essere di tipo “tradizionale” o convenzionale e biologico. L’agricoltura biologica cresce nel tempo con ritmi importanti e gli alimenti “bio” sono sempre più disponibili negli scaffali della rete vendita. Pure le materie prime destinate alla realizzazione di questi alimenti devono necessariamente essere preservate dall’inesorabile attacco da parte di insetti e acari nocivi. La lotta insetticida con prodotti biologici destinata a questo tipo di derrate, prevede la somministrazione di sostanze attive autorizzate, aventi caratteristiche completamente diverse dagli insetticidi convenzionali (rif. Regolamento (CE) n. 834/2007 del 28/06/2017 e successive modifiche ed integrazioni).

Perciò prima di effettuare qualsiasi intervento insetticida è indispensabile verificare la conformità normativa dei prodotti fitosanitari utilizzati. Oggigiorno oltre ai metodi di crio-conservazione, nella filiera biologica risultano acconsenti solamente due prodotti: Pygrain® e Silocosec®.

Gestione degli ambienti: Pre-stoccaggio

Per ottenere un’efficacia completa dal trattamento fitosanitario è indispensabile effettuare alcune operazioni preventive come pulizie generali e la “debiotizzazione” dei locali di stoccaggio. Con questo termine si identificano tutte le operazioni condotte negli ambienti destinati allo stoccaggio che consentono la completa eliminazione degli insetti presenti, oltre che di altri parassiti, compresi eventuali loro punti di annidamento o riparo. Questa delicata quanto strategica fase viene condotta nel momento in cui i locali di stoccaggio sono ancora vuoti e quindi gli interventi antiparassitari risultano maggiormente agevolati. 

La debiotizzazione può avvenire utilizzando prodotti fitosanitari oppure presidi medico-chirurgici/biocidi, regolarmente registrati presso il Ministero della Salute. 

Nel caso si scegliesse di utilizzare quest’ultima categoria di prodotti, l’ambiente dovrà essere rigorosamente vuoto e privo di ogni residuo di derrata anche se preventivamente coperta. 

La protezione della derrata durante lo stoccaggio

I trattamenti diretti sui cereali durante l’immagazzinamento possono avvenire solo ed esclusivamente con prodotti fitosanitari, disponibili in diverse formulazioni e con meccanismo d’azione differente (azione per ingestione, per contatto o per asfissia).

Per quanto concernono le formulazioni liquide e solide (polvere), le sostanze attive ad oggi autorizzate in Italia per l’uso sui cereali sono: Cipermetrina, Deltametrina, Pirimiphos metile, Estratto di Piretro e la Terra di diatomee o Kieselgur. Eccetto per il Pirimiphos metile che agisce con modalità d’azione triplice, le altre sostanze attive elencate agiscono prevalentemente a seguito del contatto con l’infestante bersaglio.

Una nota particolare meritano le Terra di diatomee o Kieselgur, delle rocce silicee sedimentarie di origine organica derivanti da microscopiche alghe della famiglia delle diatomee. La sostanza attiva, contenuta nell’unico prodotto fitosanitario ad uso insetticida registrato in Italia, il SilicoSec® per l’appunto (Reg. n. 15899 del 19/12/2013), viene ricavata in seguito ad un accurato processo produttivo che la rende sicura per l’uomo ed altamente efficace verso gli insetti target. Grazie all’azione meccanica e alle sue proprietà abrasive, gli insetti incontrano rapidamente la morte per disidratazione e l’effetto del prodotto non si dissipa nel tempo rimanendo quindi lungamente attivo. SilicoSec® è 100% naturale con zero residui e può essere utilizzato in agricoltura convenzionale e biologica, direttamente sui cereali stoccati o negli ambienti destinati alla loro conservazione. 

I prodotti fitosanitari di cui sopra, regolarmente registrati per il trattamento dei cereali stoccati, possono essere applicati direttamente sulle cariossidi integre previa un’energica depolverizzazione. Il trattamento diretto sul cereale avviene durante il normale funzionamento dell’impianto di trasporto (coclee, redler ed elevatori) verso i sili e non è necessaria nessuna sigillatura dei locali e nemmeno nessun fermo della produzione come invece avviene con altre tipologie di trattamenti insetticidi. 

Altre tecniche minori di disinfestazione prevedono l’impiego di microonde o l’uso razionale delle temperature (prevalentemente del freddo).

L’uso dell’anidride carbonica (CO2) come insetticida risulta oggi vietato in quanto non esistono prodotti fitosanitari o biocidi regolarmente registrati in Italia a tale scopo.

Terminati gli interventi finalizzati alla conservazione è indispensabile rispettare i periodi di carenza riportati nelle etichette dei vari prodotti fitosanitari prima di maneggiare il cereale. L’intervallo di tempo espresso in giorni che intercorre tra la fine dei trattamenti diretti alla merce e la possibilità di iniziare la trasformazione, consente il pieno rispetto dei vari limiti massimi di residuo consentiti dalla legge, ovvero le soglie massime di residuo di sostanza attiva ammesse nei prodotti destinati all’alimentazione (i limiti massimi di residuo – LMR – sono consultabili per coltura nel database europeo raggiungibile al seguente link: https://ec.europa.eu/food/plant/pesticides_en).

Non rispettare i periodi di carenza o utilizzare prodotti non regolarmente registrati ed autorizzati per l’uso insetticida sulle derrate di magazzino, significa sequestro delle varie partite cerealicole e gestione di serie problematiche di natura non esclusivamente commerciale.

Newpharm rappresenta il principale interlocutore delle più importanti associazioni e supporta gli stoccatori, i disinfestatori e tutte le realtà della filiera alimentare mettendo a disposizione tecnici specializzati in tutti gli aspetti chiave (entomologici, normativi, soluzioni per la disinfestazione ed i migliori sistemi applicativi). 


Vuoi più informazioni?

Gli esperti Newpharm® ti supportano con risposte alle tue domande, contattaci.